Unione Europea FSE
Agenzia per la Coesione Territoriale
Dipartimento della Funzione Pubblica
Pon
CAFIniziative e progetti

F@CILE CAF per l'ASI

L’ASI (Agenzia Spaziale Italiana) è un ente pubblico nazionale vigilato dal Ministero dell’Istruzione, Università e della Ricerca, che opera in collaborazione con diversi altri dicasteri.

In meno di due decenni si è affermata come uno dei più importanti attori mondiali sulla scena della scienza spaziale, delle tecnologie satellitari, dello sviluppo di mezzi per raggiungere ed esplorare il cosmo. L'ASI ha oggi un ruolo di primo piano tanto a livello europeo, dove l'Italia è il terzo paese che contribuisce maggiormente all'Agenzia Spaziale Europea, quanto a livello mondiale.

Seguendo le indicazioni fornite dalla CiVIT con la Direttiva n.89/2010 l’ASI, già nel 2013, decise di utilizzare il CAF come parte integrante del proprio Sistema di Misurazione e Valutazione delle Performance. Da allora sono stati realizzati due processi di autovalutazione che hanno dato esito a due Rapporti di autovalutazione, con l’individuazione di punti di forza e aree di miglioramento.

L'utilizzo del modello CAF quale strumento di valutazione e misurazione della performance organizzativa è uno degli obiettivi assegnati dal Consiglio di amministrazione al Direttore Generale nell’ambito del ciclo della performance. Per realizzare il secondo processo di autovalutazione l'ASI ha usufruito, grazie ad una intesa siglata con il Dipartimento della Funzione Pubblica, del supporto del Centro Risorse Nazionale CAF nell’ambito delle iniziative per il rafforzamento della capacità amministrativa delle organizzazioni pubbliche attraverso il progetto Sinergie 14-20. 

L’esperienza che si è conclusa da poco ed è stata presentata nell’ambito di un seminario tenuto presso il Dipartimento della funzione pubblica il 30 ottobre 2018, ha messo in evidenza come il CAF abbia portato alla realizzazione di efficaci azioni di miglioramento e, inoltre, a risultati crescenti nel coinvolgimento e nella partecipazione, nonché motivazione di tutto il personale dell’organizzazione. 

L’autovalutazione CAF consente di misurare e valutare in modo approfondito la performance organizzativa complessiva di un Ente, fornendo informazioni importanti per la definizione degli obiettivi da inserire nel Piano della performance, con particolare riferimento a quelli di miglioramento organizzativo.

Nel corso del 2019 si valuterà la possibilità di estendere l’esperienza dell’ASI agli altri Enti di ricerca.

Nell’ambito dell’intesa con ASI, il Centro risorse CAF si è impegnato anche a promuovere il contatto e lo scambio di esperienze con amministrazioni simili a livello europeo al fine di attivare processi di benchmarking e benchlearning. A questo proposito, l’ASI ha preso parte all’VIII Evento Europeo CAF che si è svolto a Bucharest ad aprile 2018  e a novembre ospiterà la study visit della delegazione del Ministero del Lavoro della Romania interessato all’analisi di best practices italiane nell’applicazione del modello CAF.