Unione Europea FSE
Agenzia per la Coesione Territoriale
Dipartimento della Funzione Pubblica
Pon
CAFIniziative e progetti

F@CILE CAF per la Rete Senza Zaino

La Rete «Senza Zaino» riunisce a livello nazionale 178 Istituzioni Scolastiche, principalmente Istituti Comprensivi, che si ispirano a principi comuni. «Senza Zaino» non è un progetto, ma un vero e proprio modello di scuola nato in Toscana, sostenuto e promosso dalla Regione Toscana. L’itinerario per diventare una scuola Senza Zaino prevede la messa in discussione dell’ambiente formativo, la ristrutturazione degli spazi, la revisione dei modi di insegnare, il potenziamento concreto di quanto attiene ai valori fondanti: la responsabilità, l'ospitalità, la comunità.

Nel contesto che vede attualmente le scuole italiane impegnate nel Sistema Nazionale di Valutazione ed un aumento significativo delle domande di adesione alla rete di scuole «Senza Zaino», il Gruppo Promotore ha ritenuto di avvalersi del CAF EDU riconoscendone il valore di modello di livello internazionale e la comunanza di principi e valori. Il Coordinamento della rete è profondamente convinto che il processo di autovalutazione e definizione del miglioramento proposto dal Modello CAF possa sia aumentare la capacita di valutazione e gestione della loro performance organizzativa sia favorire l'implementazione del Modello “Senza Zaino”.

Già nel 2016 le scuole Polo, ovvero quelle con maggiore esperienza di uso del modello SZ, o con maggiore estensione e per questo direttamente impegnate a diffonderne, con azioni formative ad hoc, i principi nelle scuole di nuovo ingresso nella Rete, avevano effettuato l’applicazione della CCV (Cornice Comune di Valutazione) una sorta di check list derivata dal modello CAF.

Questa esperienza e, a valle di questa, un confronto tecnico con la Referente Nazionale CAF ha portato alla decisione del Coordinamento di collaborare con il CRCAF a realizzare la personalizzazione del CAF per SZ mantenendo inalterato il modello nelle sue caratteristiche di strumento per l’autovalutazione basato sui principi del TQM ed integrandolo con cassetti Senza Zaino, ovvero suggerimenti e indicazioni su cosa è importante analizzare nel corso del processo di autovalutazione CAF, al fine di valorizzare adeguatamente anche il lavoro svolto nell’attuazione del Modello SZ.

Nel periodo gennaio giugno 2018, 22 scuole della rete SZ, di cui 17 Scuole Polo, si sono cimentate nell’utilizzo del modello CAF EDU SZ realizzando il processo di autovalutazione e miglioramento.

Alle scuole partecipanti alla sperimentazione è stato richiesto di realizzare l’intero processo di autovalutazione e definizione del miglioramento producendo:

  • la pianificazione del processo, con indicazione dei membri del gruppo di autovalutazione (GAV), dei tempi delle diverse fasi di lavoro, degli eventuali costi da sostenere
  • la compilazione delle griglie di aggregazione e analisi dei Fattori abilitanti e dei Risultati
  • i registri di valutazione del GAV
  • il Rapporto di Autovalutazione (RAV)
  • la compilazione della matrice importanza valore
  • il Piano di Miglioramento (PdM)

Nel complesso il 68% delle scuole partecipanti (15), ovvero il 7% delle scuole della Rete, è giunto fino alla produzione del RAV. E il 50% (11) del totale iniziale ha prodotto anche il PDM. Entrambe le percentuali sono in linea con le normali “cadute” registrate dal CRCAF, tenuto conto in particolare che queste scuole hanno, da un lato hanno partecipato in risposta ad una richiesta di partecipazione alla sperimentazione del coordinamento della Rete, non quindi in base ad un bisogno emergente dal loro stesso contesto, dall’altro, come già evidenziato, non hanno potuto scegliere autonomamente la tempistica più adatta alle loro esigenze interne.

Un apposito “Report sull'esperienza CAF per Senza Zaino” redatto dal CR CAF, ed attualmente al vaglio del Coordinamento della Rete SZ, illustra gli esiti del percorso e le azioni di miglioramento da intraprendere per rendere ancor più efficace il processo di autovalutazione e definizione del miglioramento a vantaggio delle scuole della Rete SZ nel suo complesso.